Finalitá pastorale

 

— § —

 

Finalitá pastorale del lavoro

  1. Promuovere il lavoro come strumento di realizzazione della persona e nel contempo come contesto relazionale in cui sviluppare aspetti di servizio, di economia e di produzione

  2. Favorire l’inserimento nel mondo del lavoro tramite periodici momenti di confronto tra mondo delle imprese, mondo delle professioni e giovani

  3. Supportare situazioni di temporanea difficoltá individuando percorsi d’integrazione tra professioni espulse dal mercato e nuove forme di lavoro

  4. Valorizzare manifestazioni che sappiano risaltare il sistema lavoro e la sua connessione con il territorio

 

— § —

 

Knowledge management, ovvero la gestione della conoscenza

In ambito manageriale, con il termine Knowledge Management si è soliti indicare l’insieme di infrastrutture tecnologiche e metodologie operative che consentono il trasferimento e la condivisione delle informazioni all’interno delle organizzazioni.

In realtà il processo di diffusione della conoscenza non è così semplice da attivare perché implica degli aspetti ben più profondi, di natura psicosociale, che mettono in gioco i soggetti e la loro volontà di lasciarsi coinvolgere. Per questa ragione, appare alquanto limitativo restringere il significato del Knowledge Management alla semplice introduzione di strumenti e metodologie.

Una definizione più completa considera, piuttosto, il Knowledge Management come l’insieme delle attività che si propongono di sviluppare il capitale conoscitivo dell’organizzazione, e di converso di ciascuna singola persona, attraverso la progettazione di processi di apprendimento che permettano di implementare le numerose competenze individuali, così spostando l’attenzione sugli attori della conoscenza, includendo in questo termine tutti i soggetti coinvolti nel processo di apprendimento.

 

Knowledge Management

 

 

— § —

 

Attività di Promozione

Attività di promozione intesa come fase progettuale di comprensione e supporto allo sviluppo dei talenti presenti in chi si incontra:

  • Progetto sulle conoscenze disponibili finalizzate ad una possibile occupazione

  • Individuazione e collegamento con un centro di formazione, un’agenzia del lavoro, un sindacato, associazione Artigiani, cooperative di lavoro, etc

  • Collegamento con le strutture provinciali preposte alla formazione-lavoro

  • Rete con Enti “etici” per gestione eventuali esigenze finanziarie connesse all’avviamento di un’attività professionale

  • Attenzione alle persone dai 25 ai 45 anni

 

— § —

 

Gruppi Integrati di Lavoro

Definizione competenze

  • Condivisione obiettivi

  • Comunicazione quindicinale stato lavori

  • Individuazione modalità relazione interna

  • Indicazione modalità relazione con l’esterno

  • Composizione condivisa con altre organizzazioni

  • Comunicazione - verifica risultati progetti sulle persone

  • Definizione modalità di relazione con le Comunità Parrocchiali

 

— § —

 

Percorso degli interventi operativi

Interventi operativi

  1. Rilevazione quantitá e qualitá risorse umane

  2. Disponibilitá associazioni ed enti da coinvolgere

  3. Compatibilitá mercato del lavoro – figure professionali coinvolte

  4. Coinvolgimento centro professionale per modalitá inserimenti

  5. Tempistica - gestione – costi

  6. Modalitá acquisizione fondi

Fasi del processo

  • Individuazione - coinvolgimento risorse

  • Sponsorizzazione istituzioni – enti

  • Qualificazione e confronto progetti con organismi categoriali

  • Programmazzione interventi gestionali – verifiche periodiche

  • Modalitá inserimenti e fasi supporto

 

Interventi operativi